Inpgi: dai nuovi prepensionamenti attacco alla Cassa ed ai giornalisti

La Presidente dell’Inpgi, Marina Macelloni, ha inviato una lettera ai Ministeri vigilanti, Nunzia Catalfo e Roberto Gualtieri, al presidente della Commissione parlamentare di controllo sugli Enti, Sergio Puglia, e alla Corte dei Conti per segnalare le gravi conseguenze sui conti dell’Istituto delle misure in tema di prepensionamenti inserite nel disegno di legge di Bilancio per il 2020 all’esame del Senato.

La norma proposta stanzia nuovi fondi, a carico del bilancio dello Stato, per finanziare un nuovo ciclo di uscite anticipate per i giornalisti. Le cifre stanziate comporteranno l’uscita dal lavoro di circa 120 giornalisti nel solo 2020 con una perdita di contributi per l’Inpgi di almeno 4,5 milioni all’anno. Non solo. La norma inserita nella legge di stabilità prevede inoltre che a fronte delle uscite, le aziende possano assumere anche soggetti privi di status giornalistico, quindi non assicurabili all’Inpgi, che siano “in possesso di competenze professionali coerenti con la realizzazione dei programmi di rilancio, riconversione digitale e sviluppo aziendale”. In pratica dalle redazioni usciranno giornalisti che saranno sostituiti in parte da non giornalisti: di fatto un attacco alla professione. Continue reading

Manovra: Lorusso: «Sforzo di Martella apprezzabile, ma permane tentativo dei 5S di affossare Inpgi e professione»

«È auspicabile che, in sede di esame e di discussione, i gruppi parlamentari facciano prevalere le ragioni del lavoro professionale e respingano il tentativo di indebolire l’informazione», osserva il segretario Fnsi Lorusso, che ammonisce: «Lavoro regolare e lotta al precariato devono tornare al centro dell’agenda politica così come va combattuto il fenomeno dei pensionati che restano al lavoro nelle redazioni».

Qui è consultabile l’intervento del Segretario Generale Fnsi, Raffaele Lorusso

ADEPP/ IV RAPPORTO SUGLI INVESTIMENTI DEGLI ENTI DI PREVIDENZA PRIVATI: IN CRESCITA IL PATRIMONIO DELLE CASSE

Dal IV° Rapporto sugli investimenti delle Casse di previdenza private e privatizzate aderenti ad Adepp emerge che il patrimonio delle Casse di previdenza dei liberi professionisti, negli ultimi cinque anni, ha registrato una crescita continua e costante passando dai circa 65,6 miliardi di euro del 2013 ai circa 87 miliardi di euro di fine 2018 con un incremento complessivo di 32,5 punti percentuali. Una crescita dovuta da un lato dai contributi incassati che sono superiori alle prestazioni erogate, +17 miliardi tra il 2013 e il 2018, e dall’altro dai rendimenti conseguiti che ammontano a circa 1,4% netto annuo in media degli anni presi in esame. Cresce dunque il patrimonio, diminuisce la gestione diretta degli investimenti, cala la percentuale investita in immobili, triplicano gli investimenti nei fondi mobiliari, raddoppia la componente azionaria e sempre più Casse investono in fondi comuni. Continue reading

EDITORIA / AUMENTA LA FIDUCIA DEI CITTADINI NEI RIGUARDI DELLE INFORMAZIONI VEICOLATE SUI SITI WEB DI AZIENDE E P.A.

I siti web di aziende, ma anche le home page dei vari dipartimenti della pubblica amministrazione sono diventate per i lettori digitali delle fonti di informazione primaria e credibile.E’ quanto emerge dalla 19esima edizione dell’Edelman Trust Barometer, che ha misurato la fiducia dei consumatori verso aziende, media, organizzazioni non governative ed uffici della P.A. in 27 paesi su di un campione di 33 mila persone. Continue reading

INPGI / MARTELLA: POSITIVE LE NORME SU AMPLIAMENTO DELLA PLATEA CONTRIBUTIVA

“Assicuro massima attenzione del Governo a questo processo. Valuto positivamente le misure recentemente introdotte dal legislatore per favorire il riequilibrio finanziario dell’Inpgi per garantire la sostenibilita’ economica e finanziaria nel medio e lungo periodo, anche attraverso l’ampliamento della platea contributiva”. Cosi’ il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria, Andrea Martella, nel corso di un’audizione in commissione Cultura alla Camera, riferendosi alla possibilita’ di ingresso dei comunicatori prevista dal Dl crescita. Continue reading

INPGI 2: LA NOTA ILLUSTRATIVA AL BILANCIO PREVENTIVO 2020 DELLA GESTIONE SEPARATA

Lo stato di salute della Gestione Separata si conferma solido e sostenibile nel lungo periodo. I bilanci di assestamento 2019 e preventivo 2020 mostrano un’attività sempre in crescita sia nei ricavi sia nel numero degli iscritti. Il patrimonio, garanzia delle prestazioni future, aumenta ancora e supera ormai i 700 milioni.
La novità di queste ultime settimane è però il via libera dei ministeri vigilanti al nuovo Regolamento, fortemente voluto da questa amministrazione, approvato oltre due anni fa e finalmente entrato in vigore dopo un proficuo scambio di osservazioni con i nostri interlocutori istituzionali. Tutte le novità consentiranno il miglioramento dei trattamenti previdenziali e l’introduzione di nuovi strumenti di welfare a sostegno dei lavoratori autonomi, ancora oggi la parte più debole della categoria.

Continue reading

ELEZIONI 2020, COME CANDIDARSI: requisiti e modulistica

Requisiti per essere eletti in base allo Statuto

Gestione Principale – Inpgi 1

  • Elezione dei consiglieri generali non pensionati: giornalisti che al 13 settembre 2019 abbiano cinque anni di contributi accreditati.
  • Elezione dei consiglieri generali pensionati: giornalisti che al 13 settembre 2019 siano titolari di pensione diretta.
  • Elezione dei sindaci: giornalisti che al 13 settembre 2019 abbiano cinque anni di contributi accreditati e giornalisti che al 13 settembre 2019 siano titolari di pensione diretta.

Continue reading