GIORNALISTI / INPGI STANZIA 70 MILA EURO PER CONVEGNI E ATTIVITA’ FORMATIVE

Febbraio 2017. il Cda dell’INPGI stanzia 70 mila euro di erogazioni dal fondo della banca depositaria.  Il cda Inpgi ha accolto 11 domande di contributo, su 13 esaminate, richieste da Associazioni o Organismi di categoria per lo svolgimento di convegni, congressi e iniziative istituzionali  in ambito giornalistico. Tali contributi sono finanziati con un Fondo speciale, messo a disposizione dell’Istituto, dalla banca depositaria  per una spesa complessiva  di € 69.500,00.  Non si tratta quindi di una somma prelevata dal bilancio dell’istituto ma di un fondo messo a disposizione dalla banca. Continue reading

GIORNALISTI / INFORMAZIONE SUI BLOG. Il Tribunale di Roma da’ ragione all’INPGI

Febbraio 2017. Aggiornare un blog è un’attività giornalistica. La sezione lavoro del Tribunale di Roma, con la sentenza n. 8395/2016, ha stabilito che l’attività di informazione attraverso i blog presenta tutti gli elementi caratterizzanti l’attività giornalistica. Si tratta di una delle prime sentenze che vedono coinvolti giornalisti “social”.

Il Giudice, entrando nel merito di un contenzioso tra Inpgi e un’azienda del web, ha infatti riconosciuto che il blog è tra le nuove modalità espressive nel campo dell’informazione giornalistica on-line, essendo esso un contenitore di commenti in ordine a notizie già note e a notizie non ancora diffuse. Continue reading

CONCESSI AL GIORNALISTA RICCARDO ORIOLES I BENEFICI DELLA LEGGE BACCHELLI

CONCESSI AL GIORNALISTA RICCARDO ORIOLES I BENEFICI DELLA LEGGE BACCHELLI

Lo scorso 21 marzo, giornata della memoria, Riccardo Orioles, giornalista da sempre impegnato in battaglie antimafia, ha ottenuto i benefici della legge Bacchelli per chi, distintosi in campo culturale, si trova in difficoltà economica. Continue reading

LEGGE EDITORIA / MARINA MACELLONI: “A QUANDO I DECRETI ATTUATIVI?”

Febbraio 2017. Nel prossimo mese di aprile scadranno i sei mesi di tempo a disposizione del governo per presentare i decreti attuativi del ddl di riforma dell’ editoria. Il provvedimento governativo è stato approvato dalla Camera lo scorso 4 ottobre.

La legge contiene un’ampia delega al governo, che dovra’ approvare criteri piu’ stringenti per il ricorso ai prepensionamenti dei giornalisti e rivedere la procedura per il riconoscimento degli stati di crisi. Continue reading

CUMULO / Reddito dei giornalisti pensionati d’anzianità, sotto i 65 anni, deve essere comunicato all’INPGI

Febbraio 2017. I giornalisti titolari di pensione d’anzianità, e cioè coloro che hanno risolto anticipatamente il rapporto di lavoro, ed hanno un’età anagrafica inferiore a 65 anni, sono tenuti a comunicare all’Istituto una dichiarazione reddituale, anche nel caso in cui non abbiano conseguito alcun reddito. Una misura necessaria, essendo in vigore il divieto di cumulo tra pensione e retribuzione.  Ogni altra interpretazione della norma è dunque forviante ed errata e non riguarda in nessun caso i giornalisti pensionati che abbiano superato i 65 anni di età. Continue reading

VIGILANZA / Quando a pagare è l’istituto. I meno virtuosi? Gli uffici stampa

Febbraio 2017. Oltre 5,5 milioni di euro. A tanto ammonta il danno riportato nell’arco del 2016 dall’Inpgi per contributi dovuti all’Ente, da aziende editoriali, giornali web ed uffici stampa, ma non incassati. L’attività ispettiva dell’ente ha dato luogo nel 2016 all’accertamento di contributi per quasi 4 milioni di euro e all’applicazione di sanzioni per oltre un milione di euro a cui si aggiungono altri 483 mila euro dovuti alla Gestione Separata. Continue reading

RIFORMA INPGI: attesa per le decisioni dei Ministeri vigilanti

Febbraio 2017. L’Inpgi è ancora in attesa di ricevere da parte dei Ministeri vigilanti del Lavoro e dell’Economia l’approvazione della riforma delle prestazioni previdenziali. Si tratta del secondo intervento in poco più di un anno: la prima ipotesi di riforma, varata nel luglio del 2015, aveva infatti ricevuto un via libera parziale da parte dei ministeri ed era stata giudicata insufficiente a garantire la stabilità dei conti dell’ente. Continue reading