CUMULO / Reddito dei giornalisti pensionati d’anzianità, sotto i 65 anni, deve essere comunicato all’INPGI

Febbraio 2017. I giornalisti titolari di pensione d’anzianità, e cioè coloro che hanno risolto anticipatamente il rapporto di lavoro, ed hanno un’età anagrafica inferiore a 65 anni, sono tenuti a comunicare all’Istituto una dichiarazione reddituale, anche nel caso in cui non abbiano conseguito alcun reddito. Una misura necessaria, essendo in vigore il divieto di cumulo tra pensione e retribuzione.  Ogni altra interpretazione della norma è dunque forviante ed errata e non riguarda in nessun caso i giornalisti pensionati che abbiano superato i 65 anni di età. Continue reading

VIGILANZA / Quando a pagare è l’istituto. I meno virtuosi? Gli uffici stampa

Febbraio 2017. Oltre 5,5 milioni di euro. A tanto ammonta il danno riportato nell’arco del 2016 dall’Inpgi per contributi dovuti all’Ente, da aziende editoriali, giornali web ed uffici stampa, ma non incassati. L’attività ispettiva dell’ente ha dato luogo nel 2016 all’accertamento di contributi per quasi 4 milioni di euro e all’applicazione di sanzioni per oltre un milione di euro a cui si aggiungono altri 483 mila euro dovuti alla Gestione Separata. Continue reading

RIFORMA INPGI: attesa per le decisioni dei Ministeri vigilanti

Febbraio 2017. L’Inpgi è ancora in attesa di ricevere da parte dei Ministeri vigilanti del Lavoro e dell’Economia l’approvazione della riforma delle prestazioni previdenziali. Si tratta del secondo intervento in poco più di un anno: la prima ipotesi di riforma, varata nel luglio del 2015, aveva infatti ricevuto un via libera parziale da parte dei ministeri ed era stata giudicata insufficiente a garantire la stabilità dei conti dell’ente. Continue reading